Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Consigli nutrizionali

Domanda

ho letto che per l'epatite cronica é utile prendere
la vitamina C é vero? se si é meglio spremute o pastiglie. Un altra
cosa, siccome dopo due anni mi sto decidendo di fare la cura
dell'interferone, volevo un consiglio dove andare, cioé se un
ospedale vale l'altro,oppure é meglio valutare bene dove iniziare la cura.

 

Risposta

Egr. Sig.........
ci sono in letteraratura pochi lavori tra il rapporto tra vitamina C ed
epatite C solo 6 e nessuno di questi presenta particolari interazioni, per di
più essendo la vitamina C ben presente in frutta e verdura, una alimentazione
equilibrata apporta notevoli quantità di questa vitamina, differente è il
problema se noi vogliamo utilizzare la vitamina C in grandi dosi come
antiossidante cellulare, ma anche in questo caso vi sono poche conferme in
letteratura, Bisogna anche ricordare che con alte dosi di vitamina C, quali
quelle che vengono assunte a scopo farmacologico (10 o più g/die), si sono
riscontrati disturbi a livello gastrointestinale, che però sembrano dovuti
all'acidità più che alla vitamina C per sé, in quanto sali tamponati non
danno più lo stesso effetto. Sono stati riscontrati anche altri effetti, come
una aumentata escrezione urinaria di ossalati e la formazione di calcoli
renali. Sembra comunque che dosi fino a 10g/die possano essere considerate
sicure (Flodin, 1988).
Per quanto riguarda i centri per trattamento con interferone deve rivolgersi
agli epatologi consulenti del sito

**************************
**************************

Domanda:

Chiedo informazioni sulla giusta alimentazione per un paziente affetto da HCV con fegato in cirrosi
e presenza di epatocarcinoma, quali cibi magiare per evitare l'encefalopatia.

 

Risposta

Egr. sig...
non è molto semplice riuscire a darle una risposta con così pochi parametri
clinici, senza nessun esame ematico e senza sapere la sua storia e nemmeno il
suo peso ed altezza, in senso generale si può dire che lei possa fare una
alimentazione che apporti circa 0,8 grammi di proteine per kg di peso
corporeo, se presente encefalopatia non superare 0,6 grammi di proteine per
kg peso corporeo senza eccedere nelle proteine di origine animale, e
limitando molto il formaggio (non più di 150-200 grammi la settimana e solo
formaggi freschi) abbondare con frutta e verdura, limitare moltissimo il sale
ed i cibi conservati che contengono molto sale.
L'encefalopatia si combatte limitando le proteine di origine animale, sarà
poi l'epatologo a decidere se la sua dieta deve essere integrata con
aminoacidi ramificati, se farà una dieta variata non avrà necessità di
supplementazioni di selenio o vitamina C.
La quantità di calorie che aiuta il fegato è quella che permette di mantenere
il peso stabile oppure di calare di peso se si è in soVrappeso
Cordiali saluti

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione