Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Storia naturale (infezione acuta e cronica)

L'epatite C è caratterizzata da un’elevata percentuale di forme asintomatiche. 1

Clinicamente, nella maggioranza dei casi, l'inizio della malattia è asintomatico: infatti solo pochissimi pazienti affetti da epatite cronica C ricordano l'esordio dell'infezione, mentre la maggioranza di essi non sa di essere infetta e solo per caso viene a conoscenza del proprio stato. L'episodio acuto clinicamente evidente, che come detto non è molto frequente, si può caratterizzare dalla comparsa di ittero, sensazione di malessere e stanchezza oltre ad un importante aumento delle transaminasi.

I sintomi si possono presentare dopo due o tre mesi dall'infezione, in corrispondenza del picco delle transaminasi e della comparsa dell'HCV-RNA. 1, 2


Infezione acuta

Dopo l'episodio acuto,in alcuni casi (20-30%) si verifica la guarigione con la scomparsa di HCV-RNA e la normalizzazione delle transaminasi. In altri casi dopo una apparente remissione che dura alcuni giorni o alcune settimane si osserva di nuovo un aumento delle transaminasi. 1, 2

Il criterio fondamentale per considerare il soggetto guarito è la persistente negativizzazione di HCV-RNA per almeno 6 mesi. Nei soggetti guariti la presenza di anticorpi Anti-HCV può persistere per anni o anche per sempre. 3

Negli altri casi, superato l'episodio acuto vi è l'evoluzione verso la fase cronica: il soggetto resta HCV-RNA positivo e le transaminasi possono essere fluttuanti o persistentemente normali. 1, 2, 3

Infezione cronica

L'epatite cronica da HCV molto spesso è accompagnata da una sintomatologia aspecifica comprendente, con elevata frequenza, uno stato di fatica, dolori muscolari e malessere persistenti indipendenti dalla severità del danno epatico. 1

Viene riportata in alcuni casi anche la presenza di depressione e ansia generalmente non attribuibili al modo di acquisizione dell'infezione o alla gravità del danno epatico (per maggiori dettagli sui sintomi e diagnosi clicca qui).

Solo recentemente si sta iniziando ad attribuire una parziale interpretazione fisiopatologica a questi sintomi, ipotizzando che ci sia un meccanismo virale diretto nella determinazione dei disturbi neuropsichici. 4

Il 20-30% dei pazienti con epatite cronica nel giro di 10-30 anni progredisce verso la cirrosi e la progressione può essere favorita da alcuni fattori di rischio come l'obesità, l'età, la steatosi epatica, il consumo di alcol e la menopausa. 1

La cirrosi epatica può complicarsi con le manifestazioni cliniche dell’ipertensione portale come ascite (accumulo di liquido nell'addome), varici (vene dilatate a livello esofago-gastrico a rischio di rottura), ittero (aumento della bilirubina con colorazione giallastra di cute e sclere), e una sindrome da deficit cognitivo conosciuta come encefalopatia epatica. Inoltre la cirrosi epatica è il principale fattore di rischio per l’insorgenza di epatocarcinoma (HCC), ovvero il tumore primitivo del fegato. 2

Si tratta dunque di una condizione grave e che in molti casi, estremamente avanzati, trova nel trapianto di fegato l'unica soluzione.

Per approfondimenti sulle complicanze dell’infezione, clicca qui

Per approfondimenti sulle complicanze della cirrosi, clicca qui.



Se non hai trovato tutte le risposte che cercavi, puoi
- Scrivere a “l’Esperto risponde” ,
- Consultare l’archivio delle risposte già pubblicate
- Scrivere a info@epac.it
- Chiamare direttamente l’Associazione al seguente numero telefonico 06.60200566


Bibliografia

  1. WHO – Hepatitis C - http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs164/en/
  2. Indicazioni pratiche per un modello di gestione condivisa tra Medico di Medicina Generale e Specialista Epatologo del paziente con epatite cronica da virus dell’epatite B e virus dell’epatite C – AISF, SIMG, Maggio 2015
  3. DIAGNOSTICA MOLECOLARE NELL’INFEZIONE DA VIRUS DELL’EPATITE C: Applicazioni nella Pratica Clinica – AISF http://www.webaisf.org/media/10202/capitolo_diag_ostica_moleco.pdf
  4. Chronic hepatitis C virus infection and neurological and psychiatric disorders: An overview – Adinolfi et al. – World Journal of Gastroenterology - 2015

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!