Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Predittori degli esiti di COVID-19 in pazienti con malattia epatica cronica: studio multicentrico statunitense

Clinical Gastroenterology and Hepatology 17 Settembre 2020

Sommario
Secondo il Center for Disease Control (CDC), i pazienti con malattia epatica cronica (CLD) potrebbero essere a maggior rischio di malattia grave con COVID-19. Il CLD rappresenta uno spettro clinico che va dalla lieve malattia asintomatica alla grave cirrosi scompensata. Non è chiaro quali sottogruppi di pazienti con CLD siano più vulnerabili agli esiti avversi con COVID-19. In questo studio multicentrico, abbiamo studiato i predittori di mortalità e gravità della malattia COVID-19 in pazienti con infezione da CLD e SARS-CoV-2. Tra gli 867 pazienti con CLD provenienti da 21 centri negli Stati Uniti, abbiamo osservato una mortalità per tutte le cause del 14,0%; Il 60,4% è stato ricoverato in ospedale e il 23% è stato ricoverato in terapia intensiva. Nel 7,7% dei pazienti è stato osservato un nuovo scompenso o un peggioramento dello scompenso epatico durante COVID-19. Abbiamo identificato fattori specifici del fegato quali malattia epatica correlata all'alcol, lo scompenso epatico e l’HCC come predittori di esiti avversi da COVID-19, oltre a fattori consolidati come età avanzata, ipertensione, diabete e broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). Inoltre, abbiamo scoperto che i pazienti di etnia ispanica avevano un rischio più elevato di sviluppare COVID-19 grave. Pertanto, il nostro ampio studio multicentrico identifica sottogruppi specifici di pazienti con CLD che hanno una mortalità più elevata con COVID-19.

Sfondo
La malattia epatica cronica (CLD) rappresenta un grave onere per la salute globale. Abbiamo intrapreso questo studio per identificare i fattori associati a esiti avversi nei pazienti con CLD che acquisiscono il nuovo coronavirus-2019 (COVID-19).

Metodi
Abbiamo condotto uno studio di coorte osservazionale multicentrico in 21 istituzioni negli Stati Uniti (USA) su pazienti adulti con CLD e diagnosi confermata in laboratorio di COVID-19 tra il 1 marzo 2020 e il 30 maggio 2020. Abbiamo eseguito analisi di sopravvivenza per identificare predittori indipendenti di mortalità per tutte le cause e mortalità correlata a COVID-19 e regressione logistica multivariata per determinare il rischio di COVID-19 grave nei pazienti con CLD.

Risultati
Dei 978 pazienti nella nostra coorte, 867 pazienti (età media 56,9 ± 14,5 anni, 55% maschi) hanno soddisfatto i criteri di inclusione.
La mortalità complessiva per tutte le cause è stata del 14,0% (n = 121) e il 61,7% (n = 535) presentava una malattia da COVID-19 grave.
I pazienti che si presentavano con diarrea o nausea / vomito avevano maggiori probabilità di avere una condizione da COVID-19 grave.
I fattori specifici del fegato associati al rischio indipendente di mortalità complessiva più elevata erano malattia epatica correlata all'alcol (ALD) (rapporto di rischio [HR] 2,42, intervallo di confidenza 95% [CI] 1,29-4,55), cirrosi scompensata (HR 2,91 [1,70- 5.00]) e carcinoma epatocellulare (HCC) (HR 3.31 [1.53-7.16]).
Altri fattori erano l'aumento dell'età, il diabete, l'ipertensione, la broncopneumopatia cronica ostruttiva e l'attuale fumatore.
L'etnia ispanica (odds ratio [OR] 2,33 [1,47-3,70]) e la cirrosi scompensata (OR 2,50 [1,20-5,21]) erano indipendentemente associate al rischio di malattia da COVID-19 grave.

Conclusioni
I fattori di rischio che predicono una mortalità complessiva più elevata tra i pazienti con CLD e COVID-19 sono ALD, cirrosi scompensata e HCC. L'etnia ispanica e la cirrosi scompensata sono associate a COVID-19 grave. I nostri risultati consentiranno la stratificazione del rischio e la personalizzazione della gestione dei pazienti con CLD e COVID-19.

Fonte: cghjournal.org

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione