Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

terapia con interferone

non rilevanti
sono un ex tossicodipendente c positivo(genotipo 2a)dal 1999(prima ero certamente negativo da controlli)ho avuto anche l'epatite b(spontaneamente guarita)e sono vaccinato dall'epatite a.l'unico valore leggermente alterato delle mie analisi è il gpt(ora a 50)e in 10 anni la viremia si è mantenuta sulle migliaia di unità(da 200 a 400 mila).nell'ultimo prelievo di maggio 2009 però la viremia risulta di quasi 3 milioni.non bevo alcol,non uso droghe,fumo 10 sigarette al giorno e prendo 4 mlg al giorno di buprenorfina.devo prendere in considerazione un eventuale trattamento con ifn e ribavirina o continuo con i controlli periodici?premetto che ecografie degli anni passati non hanno evidenziato danni rilevanti al fegato ma non ho mai effettuato esami invasivi come la biopsia.grazie dell'eventuale risposta.
Dott.ssaM.ColpaniDirigente Medico 1° livello Specialista in Gastroenterologia Ospedali Riuniti Bergamo

se le transaminasi sono sempre normali non viè una stretta indicazione a fare un trattamento antivirale, tuttavia poichè il genotipo 2 può dare rialzi anche improvvisi delle transaminasi sarebbe meglio trattarlo in giovane età avendo maggiori probabilità di risposta, la ggt elevata spesso è correlata al sovrappeso ma non so se è il suo caso, anche i farmaci possono alterare tali valori

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione