Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Guarigione e medico curante

Gent ma.scrivo per conto di una mia parente e trovo doveroso informarvi sul diverbio che quest'oggi ho avuto con il mio medico curante .sono Rnh negativo da sei anni dopo la terapia. Oggi questa persona è andata dal medico di base per metterlo al corrente del suo"ultimo incontro" presso le Molinette di Torino e degli ultimi esami effettuati con successo ma ha trovato di fronte a se un medico molto titubante e poco ferrato sul tema in questione....ha cominciato a dire che secondo lui il virus non è presente solo nel plasma ma si nasconde in qualche altro organo e al primo abbassamento di difese immunitarie può saltare fuori, mi ha chiaramente detto di non abbassare la guardia e fatto capire chiaramente che secondo lui la mia e quella di tutte le persone che come me hanno sconfitto questa malattia è una " mascherata " guarigione. Io sono forte e temprata all'ignoranza della gente quindi non mi sono fatta demoralizzare dalle sue parole, ma secondo lei è giusto e plausibile che un medico curante sostenga tali tesi? Come mi devo comportare nei suoi confronti? Non ho intenzione di continuare a sentirmi " malata" a causa sua. lei cosa ne pensa? La ringrazio e saluto cordialmente Con immensa stima Chiara
L. RotaS. FagiuoliStaff Sanitario USC Gastroenterologia, Epatologia e Trapiantologia
ASST Papa Giovanni XXIII Bergamo

Questo parere non ha valenza di consulto medico e non può sostituire il colloquio, la visita e l’esame della documentazione medica del paziente.

Buongiorno Chiara lei è guarita questo è quello che conta

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione