Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Maviret e innalzamento ALT, AST e bilitubina

Buongiorno, sono in terapia con Maviret dal 21/12/2018. Epatite C genotipo 2, contagio causa trasfusione alla nascita per anemia. Durata terapia 8 settimane. Non ho mai eseguito alcuna terapia in precedenza. Ecografia annuale di controllo sempre con esiti di fegato in buone condizioni ed esami sangue semestrali con valori ALT e AST di poco superiori ai limiti o rientranti negli stessi. Gamma-GT sempre nei limiti. Alla fine della quarta settimana di terapia ho eseguito le analisi di controllo (che però saranno commentate dall'epatologo solo alla prossima visita del 15/02/19, a terapia conclusa). Queste analisi eseguite il 18/01/2019, riportano il valore RNA "non rilevabile" e questa è la buona notizia; in contrapposizione i valori citati in oggetto sono aumentati notevolmente rispetto ai presedenti esami eseguiti a fine ottobre '18 (tutti dentro i limiti). La Bilirubina Totale e quella Diretta hanno superato i limiti: 1,29 (0.2-1.1) e 0.41 (0.00-0.25) e non li ho mai avuti così altri negli ultimi 30 anni. Le transaminasi ALT e AST sono rispettivamente 163 (11.0-34.0) e 82 (11.0-39.0) e solo raramente (circa 10 anni fa) e per breve tempo hanno toccato tali valori. Tutto il resto è nella norma con Fosfatasi alcalina 133 (10.0-150.0) un po' più alta del solito ma nei limiti. La mia domanda è: può considerarsi normale un innalzamento di questi valori durante la terapia ? Grazie.
L. RotaS. FagiuoliStaff Sanitario USC Gastroenterologia, Epatologia e Trapiantologia
ASST Papa Giovanni XXIII Bergamo

Questo parere non ha valenza di consulto medico e non può sostituire il colloquio, la visita e l’esame della documentazione medica del paziente.

Buongiorno al momento la risposta virologica e’ stata raggiunta
Per i valori alterati di citolisi epatica( innalzamento AST E ALT) si tratta di capirà se correlabili al farmaco antivirale che può dare alterazioni transitorie in corso di terapia
Li tenga monitorati almeno ogni 8/10 giorni per valutarne l’andamento

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione