Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

ZEPATIER E NADOLOLO (INTERAZIONE E/O TOLLERABILITA')

Gent.mi, il 1° marzo 2018 è stato prescritto e ordinato a mia madre, 85 anni da compiere ZAPATIER (50/100 mg/die - ELBASVIR/GRAZOPREVIR per 12 settimane (restiamo in attesa per ritirarlo). Genotipo 1B. HCV RNA QUANTITATIVO 76900. FIBROSCAN 23.1. Mia madre è diabetica: dal 2013, fa 14 unità di insulina Lantus, al mattino dopo colazione. Da oltre 15 anni assume, inoltre, i seguenti farmaci: una cp di NADOLOLO da 80 mg al giorno dopo colazione; una cp di pantoprazolo da 20 mg al giorno dopo colazione; una cp di potassio canreonato da 25 mg al giorno dopo colazione. Da ottobre 2017 assume anche (5 mg) mezza cp di olmesartan medoxomil - olpress. Assume quindi betabloccanti ma non può assumere ace- inibitori in quanto allergica. La domanda è la seguente: può assumere ZAPATIER continuando ad assumere i suoi farmaci? In particolare, esistono studi clinici relativi a interazione/tollerabilità/controindicazioni con tra ZAPATIER E NADOLOLO da 80 mg. In attesa di una cortese e celere risposta, ringrazio e saluto cordialmente Assume
L. RotaS. FagiuoliStaff Sanitario USC Gastroenterologia, Epatologia e Trapiantologia
ASST Papa Giovanni XXIII Bergamo

Questo parere non ha valenza di consulto medico e non può sostituire il colloquio, la visita e l’esame della documentazione medica del paziente.

Buonasera non ci sono evidenze di interazioni tra la terapia prescritta per l'epatite C ed i farmaci che assume la paziente

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione