Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

encefalopatia epatica

- senzazione di spossatezza con "miglioramenti" e "peggioramenti" repentini (anche nel giro di poche ore o meno);
sonnolenza diurna;
- insonnia ed euforia notturna caratterizzata dalla sensazione di un notevole aumento della perspicacia, assenza di "esaltazione" e forte sensazine di accalloramento (la temperatura corporea è nella norma);
- disorientamento spaziale (mai temporale).
sono un paziente con epatite cronica evoluta da hcv (genotipo 1 b) e cirrosi epatica compensata in peggioramento (diagnosticata e monitorata due volte, data la leucopenia, con fibroscan). ho effettuato l'intera terapia peg-interferone/ribavirina con negativizzazione temporanea (mi classificano come relapser) e sono in attesa della cosiddetta "triplice". ho frequentemente i sintomi che ho indicato nell'apposito campo e a volte necessito assoluto riposo. ricordo un episodio successivo al consumo di fagioli freschi con pelle eccessivamente dura e successiva stipsi (normalmente e naturalmente riesco a defecare molto bene al mattino al risveglio). la mia dieta è quasi priva di carne o viscere perchè non mi piace molto. la settimana scorsa ho mangiato due giorni di seguito cuore di vitello. sono seguiti problemi di stipsi in netto e spontaneo miglioramento a partire da oggi. i sintomi esposti sono particolarmente marcati come è avvenuto solo poche volte in precedenza. sono venuto a conoscenza dell'encefalopatia epatica ma ho trovato idee anche diagnostiche molto discordanti nell'ambito accademico/scentifico. ho anche, in concomitanza con i sintomi riportarti, problemi di vista: ho la sensazione che il campo visivo sia molto ristretto e annebbiamento (a volte l'occhio più del sinistro e viceversa). il mio infettivologo non conosce medici che si occupano della encefalopatia epatica se non a bari (io vivo a 120 km di distanza). domanda: potrei avere quel disturbo (mi sembra sia frequentemente associato alla cirrosi) classificato come encefalopatia epatica? la mia infezione da hcv penso risalga all'adolescenza: usavo lo stesso rasoio di mio padre anche lui hcv positivo (non ne conosco il genotipo) e deceduto per carcinoma epatico. ringrazio in anticipo per l'attenzione che vorrete dedicarmi. francesco occhiochiuso
Dott.ssaA.GrisoliaMedico specialista in Malattie Infettive.
AO Papa Giovanni XXIII Bergamo

gentile paziente, l'encefalopatia epatica è una delle complicanze dell'insufficienza epatica grave. i sintomi che descrive potrebbero essere causati da tale complicanza almeno in parte. tale ipotesi potrà essere confermata da uno specialista mediante accertamenti tra cui un accurato esame obiettivo, il livello di ioni ammonio nel sangue, un elettroencefalogramma. per tenere sotto controllo i sintomi è fondamentale migliorare la frequenza dell'alvo, ridurre le proteine animali dalla dieta, e magari utilizzare un'integrazione con aminoacidi ramificati dietro prescrizione medica. saluti

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione