Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Quesito

Nessuno
Gentilissimi Sono positivo al virus dell'hcv da 35 anni, ricordo il tempo e le modalità dell'infezione, infezione al tempo non riconosciuta come hcv ma solo non A e non B. Sono stato sposato poi ho avuto due compagne, nessuna di queste è stata da me infettata pur avendo normali rapporti sessuali non protetti. Personalmente non ho mai avuto sintomi ne analisi specifiche o esami diagnostici hanno mai dato alcun segnale della presenza dell'infezione, tranne naturalmente l'esame specifico per la ricerca del virus. Ho mediamente circa 100.000 copie circolanti per ml Domanda: Potrebbe la mia vita continuare tranquillamente senza avere problemi oppure è comunque opportuno cercare di farsi inserire nei nuovi protocolli di cura per la malattia? Cordiali Saluti Mario
L. RotaS. FagiuoliStaff Sanitario USC Gastroenterologia, Epatologia e Trapiantologia
ASST Papa Giovanni XXIII Bergamo

Questo parere non ha valenza di consulto medico e non può sostituire il colloquio, la visita e l’esame della documentazione medica del paziente.

Buongiorno le consiglio di mettersi in nota per il trattamento hcv con i nuovi farmaci

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione