Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Donazione EpaC per lotta al Coronavirus

Gentile Direttore,
nonostante la certezza di chiudere il 2019 con i bilanci 2020 in rosso, come tante realtà del terzo settore, abbiamo deciso di donare 10.000 euro a 3 strutture ospedaliere, per fronteggiare l’emergenza coronavirus: Bergamo, Azienda Socio-Sanitaria Territoriale Giovanni XXIII - Pavia - Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo – Torino, 'A.O.U. Città della Salute e della Scienza – Ospedale Le Molinette.
Ci rendiamo perfettamente conto che sono piccole gocce di solidarietà. Quello che conta è dare un segnale tipico del terzo settore, che travalica anche le specifiche mission statutarie: offrire, aiutare, e sostenere chi, in questo momento, è più in difficoltà.

Il Covid-19 potrebbe interessare anche il fegato

È quanto emerge da un piccolo studio cinese, secondo il quale il 54% dei pazienti con coronavirus sviluppa anomalie al fegato durante la progressione della malattia. Per gli esperti, i pazienti con condizioni epatiche preesistenti potrebbero essere più sensibili alla Sars-CoV-2 e dovrebbero essere monitorati più attentamente

EPATITE C: tante domande 300 risposte

Nuovo fascicolo informativo di EpaC onlus
Una guida pensata, curata e realizzata dall’Associazione EpaC onlus. Si tratta di una guida ragionata che racchiude sotto forma di domande e risposte, da parte di specialisti, informazioni utili per tutti coloro che vogliono approfondire il tema dell’epatite C.

A I S F - ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LO STUDIO DEL FEGATO

L’allarme dell’associazione dei pazienti Epac in occasione della Giornata Mondiale della Salute Oms. “Entro il 2019 i farmaci antivirali ad azione diretta, attualmente rimborsati attraverso il meccanismo del fondo per i farmaci innovativi, verranno progressivamente esclusi dal fondo”. Per questo è “necessario un rinnovato impegno da parte delle istituzioni, in particolare della Ministra della Salute, Giulia Grillo, per scongiurare uno scenario estremamente preoccupante”.

Coronavirus. Aifa: “L’antivirale remdesivir di Gilead sarà testato anche in 5 ospedali italiani”

Si tratta di due studi di fase 3 che coinvolgeranno inizialmente i centri con maggior numero di pazienti in Italia: l’Ospedale Sacco di Milano, il Policlinico di Pavia, l’Azienda Ospedaliera di Padova, l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Parma e l’Istituto Nazionale di Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione