Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

consiglio differenziato

colite indeterminata,prostatite cronica batterica,eritema nodoso,
linfoadenopatie generalizzate,
calo ponderale,(15 kg in 6 mesi )
epatopatia hcv-attiva 1b
non risponder a terapia
x shock settico.
gentilissima dot.ssa v.vera,in riferimento agli esami da lei consigliati,mi e' ritornato alla mente che nel 07,in un d.h. eseguendo esami di routine,risulto'una positivita'aspecifica per gli asma 3+, che significato hanno questi auto-anticorpi asma 3+ ?ed ora che significato possono assumere ? e come mai nessuno mi consiglia una rivalutazione completa,pur il medico degli infettivi che mi segue,sospetta questa colite ulcerosa!!!! di probabile natura autoimmune? datosi che la situazione obbiettiva non consente di far cure cortisoniche,ne'tantomeno antibiotiche,sconsigliat e dal gastro,attualmente,dove mi portera'alla lunga questa infezione prostatica,da anni,e diverse volte curata senza successi,se non aggravare l'infiammazione gastrica.. sinceramente la cura col pentacol,all'inizio mi ha giovato un po'ma da qualche settimana mi sembra come risvegliata.... potrebbe secondo lei essere una sarcoidosi ? e come comprenderlo ? la ringrazio di vero cuore dot.ssa vera,spero di capirne qualcosa in piu'in modo da non essere ignorante in materia,soprattutto trattandosi della mia salute,ed come sappiamo bene a volte i medici in genere non dannno molte informazioni,ringrazio nuovamente e porgo un cordiale saluto...
Dott.ssaV.VeroMedico Specialista in Medicina Interna Ospedali Riuniti Bergamo

la prima cosa da escludere è che la positività degli anca sia da attribuire ad un quadro autoimmune a carico del fegato o una positività isolata senza un reale significato clinico.
per una diagnosi di sarcoidosi occorre eseguire specifici esami ematici e strumentali ( in primo luogo una tc torace per escludere un coinvolgimento polmonare-mediastinico).
per fare un'accurata diagnosi differenziale occorrerà un breve ricovero o comunque la guida di un valido internista.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione